Walter Paoletti - Associazione Culturale Galleria Puccini

Vai ai contenuti

Walter Paoletti

Artisti
Walter Paoletti nasce nel 1948 a Mondavio (PU) dove trascorre i primi anni d’infanzia, e si trasferisce ad Ancona nel 1955.
Inizia a dipingere nel 1971. L’anno successivo si avvicina con entusiasmo e curiosità alla Galleria Puccini di Ancona, diventandone socio.
Da sempre suoi punti di riferimento sono la pittura astratta, in particolare quella di Burri ed Afro e l’opera del maestro bolognese Giorgio Morandi. L’interesse per queste due polarità lo porta a ricercare un originale compendio tra la rappresentazione del paesaggio, nello specifico quello marchigiano e l’astrazione geometrica.
Allestisce la prima personale nel 1980 presso la Sala del Popolo di Recanati.
Nel decennio successivo dipinge poco e riprende nel 1992 con i paesaggi della sua terra e la tecnica dell’acquerello.
Negli anni successivi si avvicina con curiosità al mondo dell’incisione e dell’acquaforte.
Intorno al 2001 sperimenta in pittura l’uso di nuovi materiali quali il legno, la yuta ed introduce l’utilizzo dei colori metallici.
Attraverso la scultura sperimenta l’assemblaggio di forme e geometrie e anche in questo campo ricerca tecniche e materiali insoliti, mescolando alla sua passione per l’arte le sue conoscenze nell’ambito del restauro, acquisite grazie alla frequentazione della Bottega di Peppino Brunetti.
Attualmente continua la sua ricerca artistica spaziando tra le diverse forme espressive.

Contatti
Via Tibaldi, 4
60125 Ancona
347 9780520 – 331 1496852
e-mail walter_paoletti@libero.it
Facebook: Walter Paoletti

Mostre personali
1972
  • XIV Concorso-Esposizione Nazionale “Riviera del Conero”Ancona
  • Collettiva Pittori marchigiani presso la Galleria Puccini di Ancona
  • Collettiva Artisti contemporanei presso la Galleria Puccini di Ancona
1973
  • XV Concorso-Esposizione nazionale “Riviera del Conero” ad Ancona
  • Concorso Nazionale di  pittura ex tempore Serra San Quirico
  • Mostra di Pittura estemporanea “Marchigiana” Banca d’Italia Ancona
1980
  • Personale presso la  Sala del Popolo di Recanati
1996
  • Personale presso la Bottega d’arte Armeni, Ancona
1997
  • Personale “Il quadro-la cornice” presso la corniceria Annibaldi di Ancona
1998
  • Stand personale ad  AnconArte presso la Fiera di Ancona
  • Collettiva “28 Artisti del nostro tempo” presso la Galleria Gioacchini Ancona
2000
  • Personale “Dipinti e incisioni” presso la bottega d’arte Il Gelsomoro di Ancona
2001
  • Personale “Lo sguardo di Giacomo.” Dipinti e incisioni intorno a tre poesie di  Leopardi              presso la Bottega d’arte il Gelsomoro di Ancona
2003
  • Personale presso Banca Antonveneta di Ancona
  • Collettiva al Convento S. Francesco di Castel d’Emilio
2004-2005
  • Collettiva “Arte per cinque” presso la Mole Vanvitelliana di Ancona
2006
  • Collettiva presso l’Hotel Excelsior “La Fonte” di  Portonovo, Ancona
  • Mostra “Trait d’union” assieme a Roberto Papini presso la Sala del Rettorato di Ancona
2007
  • Artblitz Atopos Ancona
2008
  • Collettiva “Volo oltre la rete” con la web community il Faro Verde presso il  Castello del Cassero, Camerata Picena, Ancona
  • Collettiva “La contemporaneità tra passato e futuro” con la web community il Faro verde presso il  Palazzo dei Capitani, Ascoli Piceno
  • Collettiva con la web community il Faro Verde presso il Palazzo Bonafede di Monte S.Giusto
2009
  • Collettiva “Carlo Urbani” Castello del Cassero Camerata Picena
  • Personale Terra: forme colori Pesaro
  • Collettiva “ In transito” Associazione Culturale Galleria Puccini Ancona
  • Personale “Ritorno all’astratto” Associazione Culturale Galleria Puccini Ancona
2010
  • Collettiva Soci Galleria Puccini
  • Collettiva “ Stabat Mater” Castello del Cassero Camerata Picena
  • Collettiva “ Ti raccolgo in un’idea” Auditorium di San Francesco Castelfidardo An
  • Installazione per Balkans in Ankon “L’uomo che scavalca il muro” Ancona
  • Simposio d’arte Collemarino - Palombina
  • Installazione per Adriatico mediterraneo Mare Monstrum “Giona” Ancona
  • Personale “Il viaggio” Porto Buffolè Treviso
  • Personale “Retratos Ritratti portraits” Associazione Culturale Galleria Puccini Ancona
2011
  • Collettiva Paoletti-Blanco “Sinte-x” Associazione Culturale Galleria Puccini Ancona
  • Installazione per Mare Mostrum festival Adriatico Mediterraneo “Lisca d’uomo” Ancona
2012
  • Personale “Sculture rivisitate” Associazione Culturale Galleria Puccini Ancona

Estratto da testi critici
…“ogni sua esperienza pittorica è la realizzazione del compito di riconoscere in ciò che è mutevole, il segno dell’eterno, nel flusso temporale, la sospensione del divenire. L’operazione estetica, a questo punto, consiste tutta in un lavoro consapevolmente rivolto a conquistare coscienza del reale, togliendo alla percezione e al vissuto, ogni traccia di fangosità. La rappresentazione pittorica diventa il  teatro dell’esattezza e del rigor; prima che realtà sensorialmente registrata ed emozionalmente vissuta, è una realtà pensata e ricomposta.”….
ACCORDO TRA POESIA E VERITA’ Prof. Antonio Luccarini

….“La continua creazione ed il disfacimento degli equilibri raggiunti, sono sintomo di un meticoloso ricercare, di un’arte che non invecchia, e che sfugge alla catalogazione poiché è sempre pronta a reinventarsi ed a rinascere da se stessa. Ad ogni passaggio l’artista acquista maggiore consapevolezza ed aggiunge qualcosa a ciò che ha già costruito per avvicinarsi a quel rigore e a quell’equilibrio il cui pieno  raggiungimento significherebbe di fatto la fine stessa della sua arte.”  
EQUILIBRI FORME E GEOMETRIE Di Isabella Paoletti

“Pittura, incisione e scultura. Equilibrio dinamico tra figurazione, astrattismo e tensione geometrica.  Artista a tutto tondo, in cerca dell’espressione che gli sia più congeniale per esprimere la propria visione e il proprio Io, Walter Paoletti nella sua poliedrica versatilità riesce sempre a rimanere coerente e fedele ai propri principi ispiratori, non cadendo mai in contraddizione, ma anzi, approfondendo la sua ricerca di volta in volta, quasi a mostrare l’insufficienza del mezzo a dar vita al proprio mondo interiore.”
FLUIDIFICAZIONI. PER UNA LETTURA DELLE SCULTURE  Silvia Bartolini

… “Lo sforzo dell’artista è proprio quello di porre un diaframma tra la sua passione per la pittura e ciò che rappresenta, per rapirne momenti di poesia. E’ come se la sua  opera abbia la quotidiana tentazione di decriptare il reale e suggerirne l’essenza. Un lavoro difficile ma che raggiunge poi la solarità. Uno scavo nell’anima per dare le luci ed i colori di terre che esprimono al fondo il sentimento umano”…
LA GEOMETRIA DI SILENZI E TERRE E’ NEL SUO ANIMO Cesare Baldoni
GALLERIA OPERE
Torna ai contenuti